Corinne Bailey Rae e la Music Business

Leggevo un articolo su repubblica che presentava le novità discografiche del 2006. In un trafiletto si presentava una nuova cantante jazz, un misto tra Alicia Keys e Norah Jones a detta dell’autore, e che sembra spopolare negli Stati Uniti. Incuriosito faccio una piccola ricerca internet e trovo il suo sito. Scopro così che questa cantante deve in realtà ancora pubblicare un album ed ha all’attivo solo tre canzoni. Il suo sito personale permette di ascoltare le antreprime. Ascolta allora qualcosina e scopro che sicuramente non è il mio genere. Insomma si è proprio la classica musichina mista jazz-pop (più vicina all’ultima direi) che fa tanto sognare e che in questo periodo va tanto. Sempre incuriosito sul clamore che questa cantante sembra provocare, anche se come lei ce ne possono essere tante, vado a vedere la sua gallery. E scopro che anche lei “stranamente” è carina. Intanto la sua canzone continua ad andare in loop mentre scrivo il pezzo e posso dire che già mi sta entrando in testa.Insomma il vero prodotto della music business. Aspetteremo il suo CD e vedremo se lo avremo anche noi nella nostra collezione. Nel frattempo riflettiamo sulla musica che ascoltiamo o che meglio dire ci fanno ascoltare. Certo se una cantante come lei può servire ad avvicinare la gente al jazz, beh allora ben venga.