Arriva il cellulare di carta usa e getta

ROMA – Chi viaggia spesso per lavoro lo sa: Paese che vai scheda telefonica che sei costretto a comprare. Ma “Paper Says”, l’invenzione della Yanko Design, potrebbe stravolgere il concetto stesso di telefonia mobile. E’ un’idea tutta orientale: i designer rispondono ai nomi di Chia-Liang Hsu, Yi-Ting Chen, Jun-Lin Fu, Chih-Chieh Lee, Chun Chia Hsu, Allen Huang.

In pratica si tratta di un prototipo di telefono cellulare con il guscio in carta Tetra Pak, quella generalmente uilizzata per i contenitori del latte. Un cellulare come tutti gli altri, stesse componenti interne, ma un contenitore davvero innovativo. E naturalmente super leggero.

A detta dei suoi inventori “Paper Says” è destinato a spopolare. Perché in primo luogo sarà estremamente economico, viste le componenti a basso costo, e potrà essere acquistato in aeroporti, musei e aziende private. Per questo potrà sostituirsi alle schede locali che le persone abituate a spostarsi all’estero conoscono bene: schede convenienti per quel Paese, ma poi praticamente inutilizzabili altrove. Infine, non essendo un oggetto costoso e potendolo comperare un po’ ovunque, non importerà se verrà smarrito, rotto o sporcato, se ne potrà sempre comprare un altro. Sarà un cellulare “usa e getta”.
(Fonte Repubblica.it)